Tende da sole per l’estate

Come proteggere le nostre case dal caldo e dalla luce intensa.

L’Italia è per eccellenza il paese del sole. Le temperature alte in estate e il sole che picchia sulle finestre, però, possono diventare anche molto fastidiosi. Non solo la luce disturba la vista ma aumenta la temperatura interna. Le schermature solari, quindi, rivestono un’importanza fondamentale per la corretta protezione di finestre e balconi. Non solo, sono utili anche per la creazione di spazi esterni che siano adeguatamente ombreggiati e protetti.

Tende solari per l’estate

L’innalzamento delle temperature in questi ultimi anni ha reso l’esigenza di schermare correttamente le case, sempre più stringente. Si può scegliere tra soluzioni tradizionali, innovative, fisse o mobili, con tende o con elementi frangisole etc. Anche le forme delle classiche tende a righe possono essere molto varie: a capottina, con tenda a bracci, a pergola, etc. L’installazione delle tende da sole per esterni, inoltre, è anche riconosciuta come intervento di riqualificazione energetica. Si tratta infatti di un elemento che comporta un risparmio energetico ed è quindi fiscalmente detraibile.

Come sono fatte le tende solari?

Le tende da sole sono costituite da varie parti:

  • Il telo
  • Il telaio
  • Il cassonetto
  • Oppure la fodera

Il telo è l’elemento principale che ha il ruolo di riparare dal sole e dalla pioggia. Il telaio è invece la struttura portante che regge il telo e lo tiene bel disteso sul balcone o terrazzo. Quando si chiude la tenda, arrotolandosi, è il cassonetto a contenerla. In alternativa, si può optare per la fodera, una protezione meno robusta ma molto più economica. A parte questi elementi fondamentali, le tende solari possono essere di diverse tipologie che combinano diversamente le sua parti principali.

Tipi di tende da sole

Ci sono diversi tipi di tende da sole per esterni che si distinguono in base alla forma, alla struttura e al modo in cui si aprono. Le tende a bracci sono tra le più tradizionali e sono molto adatte ai balconi. Sono costituite da una tela che si srotola da una struttura tubolare e si regge grazie a due bracci laterali. Questa tenda può avere il cassonetto rigido o la fodera, come detto. Facili da installare, le tende a bracci sono più vulnerabili al vento e alla pioggia intensa. La cosa migliore da fare, quindi, è quella di chiuderla sempre in caso di maltempo.

Le tende a caduta scendono, invece, verticalmente da un rullo. In questo caso, quindi, possono offrire una duplice protezione: frontale e laterale. Il loro uso quindi è consigliabile solo se esiste già una copertura superiore come un balcone superiore o una tettoia. Sono perfette per isolare l’ambiente esterno e proteggersi da occhi indiscreti.

Le tende a cappottina si trovano spesso su finestre e vetrine di negozio. Hanno la forma a cupola che si aprono con una fune ma possono essere anche telecomandate. A seconda del modello, possono arrivare anche a sei metri di larghezza.

Le tende ad attico sono perfette per terrazzi e giardini. Si reggono su una struttura di metallo con guide laterali e supporti perpendicolari. Si tratta, sicuramente, di una delle tende più stabili e resistenti alle intemperie. Offrendo una protezione superiore e frontale, non sono adatte ad essere aperte manualmente, quindi hanno, quasi sempre, un sistema automatizzato.

Come le tende ad attico, anche le tende da sole a pergolato sono adatte a grandi spazi. La loro struttura è costituita da pilastri fissati a terra e travi laterali per reggere il telo che può essere posto sopra o intrecciato in mezzo alle travi. Le tende per esterni a pergolato offrono una protezione solo nella parte superiore.

La tenda a vela è costituita da un telo a forma triangolare fissata a tanti pilastri di sostegno. Molto raffinata ed elegante, prende origine proprio dalle vele delle barche che originariamente venivano utilizzate per realizzare queste coperture.

Tende da sole e permessi

Prima di installare una tenda da sole che ha un impatto estetico sull’esterno, è necessario sapere a chi chiedere i permessi. Se abiti in una casa indipendente non è necessario il parere di nessuno. Se, invece, abitate in un condominio bisogna informarsi sulle regole specifiche contenute nel regolamento condominiale. A volte è necessario ottenere il voto degli altri condomini ed in generale bisogna rispettare l’estetica del palazzo. In questo caso non è possibile scegliere la tenda secondo il proprio gusto.

Tende solari come scegliere

In base alla caratteristiche del proprio balcone o spazio esterno, è necessario acquistare la tenda che ti protegga dal sole ma che crei anche un ambiente fresco e piacevole. È importante anche sapere che, per quanto resistenti, necessitano di una adeguata manutenzione:

  • Mai lasciarla mai aperta quando piove o c’è vento,
  • Non chiuderla se è molto bagnata,
  • Lavala delicatamente e spruzza un prodotto idrorepellente.

Se ti atterrai a queste regole potrai garantirgli una vita più lunga ed un aspetto sempre nuovo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *