Home » Consigli per te! » Blog » Sono rimasto chiuso fuori casa, cosa faccio?

Sono rimasto chiuso fuori casa, cosa faccio?

Soluzioni e consigli per rientrare in casa in totale sicurezza

Alzi la mano chi non è mai rimasto chiuso fuori casa. Si tratta di uno degli inconvenienti più frequenti nella vita di una persona. Basta un attimo, una distrazione, un colpo di vento oppure una chiave spezzata, o una serratura bloccata, ed ecco che sei rimasto fuori casa. Cosa fare in questi casi? Se c’è il gas aperto, un bambino solo in casa o il rischio di altri incidenti, è necessario telefonare urgentemente al 115 per rivolgersi ai Vigili del Fuoco che provvederanno ad entrare subito dalla finestra o a sbloccare la porta.

In assenza di particolari urgenze, rimani calmo e non mobilitare i pompieri, ci sono altre strade per rientrare in casa. Chiama anche il nostro supporto: 370.3622703.

L’intervento dei Vigili del fuoco

L’intervento dei Vigili del fuoco, come anticipato, va considerato in estrema ratio. Innanzitutto il loro arrivo potrebbe richiedere tempo, inoltre non è gratuito. Il soccorso è considerato “urgente”, inoltre, solo se mette a rischio l’incolumità delle persone o se dentro l’abitazione sono presenti cause che possono generare un pericolo immediato o futuro. Una volta arrivati, saranno i vigili a decidere come intervenire: se forzando la serratura o la porta di ingresso, oppure rompendo le vetrate.

Tuttavia se dovessi trovarti in questa situazione tranquillizza chi è rimasto all’interno e chiama il 118 per gestire eventuali malori. Aspetta i pompieri sulla strada, pronto a dimostrare le tue generalità e a spiegare lucidamente quali sono i punti di accesso alla casa.

Soluzioni fai da te per rientrare in casa

Se hai tempo e sei solo davanti alla porta puoi provare a trovare delle soluzioni fai-da-te che non siano pericolose. Non ti consiglieremo di arrampicarti sul tetto o camminare su un muro ma di utilizzare qualche attrezzo, di facile reperimento, per rientrare in casa in totale sicurezza. Ovviamente per ognuno di questi passaggi è necessaria una certa destrezza, ma se si rimane calmi l’operazione si può portare a termine con successo.

  • Forzare la finestra. Prendi in prestito un cacciavite da un vicino e inseriscilo sotto il vetro di una finestra. Fai leva con l’attrezzo cercando di non danneggiare troppo la cornice. Di solito il vetro di una porta finestra dovrebbe rimuoversi facilmente. Togli il vetro della finestra, infila le mani attraverso il buco cercando di raggiungere la maniglia e apri la finestra per entrare.
  • Aprire una serratura a scatto. Una tessera di plastica funziona sulle serrature che fanno parte della maniglia. Per applicare questa tecnica quindi assicurati che sia il tipo di serratura giusta, prendi una tessera (tipo carta di credito, ma meglio quella del supermercato!) e inseriscila fra la porta e la cornice. Appoggia sulla parte più piccola della serratura (quella triangolare che punta verso la cornice), spingi la tesserina e muovi la maniglia. Quando senti che la serratura scatta all’indietro, abbassa la maniglia e apri la porta. A questo punto sarai entrato dentro casa facilmente ma sarà necessario provvedere alla sostituzione della serratura.
  • Rompere la maniglia con un martello. Questo metodo va preso in considerazione solo in casi urgenti in cui, per esempio, non si è in grado di contattare un fabbro. Due o tre colpi ben assestati di martello sulla maniglia dovrebbero essere sufficienti a farla cadere permettendoti di arrivare alla serratura.

Qualsiasi soluzione fai-da-te richiede tempo e fatica ma soprattutto provoca danni alla porta o alla serratura. La spesa di sostituire la serratura dovrà comunque essere sostenuta per cui se non sai cosa fare o non sai se sarai in grado di mettere in atto nessuno dei nostri consigli, mettiti comodo, siediti e chiama uno dei nostri esperti fabbri.

Prevenire l’eventualità di rimanere chiuso fuori casa

La strada migliore per non rimanere fuori casa è prevenire l’inconveniente. Basta mettere in atto piccoli e semplici strategie per non rischiare di trovarsi chiuso fuori casa e dover sostenere una spesa per potervi rientrare. Innanzitutto la prima regola d’oro è prestare sempre attenzione a non allontanarsi dall’abitazione senza chiavi. Può sembrare un’ovvietà ma sistemare le chiavi sempre nello stesso posto e non in borsa (poiché le borse si cambiano spesso) è certamente la soluzione migliore per creare un’abitudine mentale. Non solo, ripetere ad alta voce dove si stanno posando le chiavi nel preciso istante aiuta a fissarlo nella mente.

Tenere sempre un mazzo di chiavi di riserva presso un amico, un familiare o meglio ancora un vicino fidato. Non lasciare mai, e dico mai, le chiavi inserite nella serratura dall’interno. In questo caso, sarebbe veramente impossibile aprire la porta e la rottura della serratura rappresenterebbe l’unica soluzione.

Non sottovalutare i segnali di cattivo funzionamento della serratura. Ai primi segni di una serratura mal funzionante chiamaci subito e provvederemo alla sua sostituzione.

Allo stesso modo, non sopravvalutare le chiavi danneggiate o deformate. Non è bene utilizzarle fintanto che ti fanno entrare in casa. La sorpresa è dietro l’angolo! Potrebbero facilmente spezzarsi improvvisamente o restare bloccate all’interno della serratura.

E’importante poi ricordare che in caso di smarrimento o furto delle chiavi, è necessario denunciare prontamente il fatto ai carabinieri, così da poter provvedere immediatamente alla sostituzione della serratura e scongiurare eventuali ingressi indesiderati…