Home » Consigli per te! » Blog » Vuoi installare il condizionatore fisso? Ecco costi e interventi

Vuoi installare il condizionatore fisso? Ecco costi e interventi

Scegli la soluzione giusta per rinfrescare la tua casa

L’estate si avvicina e stai pensando di installare un condizionatore fisso? Ma quanto costa installare un condizionatore? E che tipo di interventi sono richiesti? Seppure i prezzi siano molto variabili da zona a zona di Italia, possiamo provare a ipotizzare un’idea di spesa per l’installazione dell’impianto di climatizzazione.

Condizionatore a parete fai da te

I prezzi di un condizionatore variano molto da modello a modello ed in base al tipo di intervento richiesto. La presenza o meno della predisposizione per la messa in opera dell’impianto fa ovviamente la differenza, poiché la costruzione di opere murarie, idrauliche o elettriche fa, ovviamente, lievitare i costi. Un modo per abbatterli notevolmente può essere quello di installare un condizionatore a parete fai da te. In commercio, infatti, non è difficile trovare kit di installazione, che variano dai 30 ai 60 euro, studiati appositamente per questo scopo. Il kit contiene tubi flessibili in rame, attacchi universali, cavi elettrici multipolari, staffe e piastre di fissaggio degli split con le necessarie istruzioni.

Formula tutto incluso: acquisto e montaggio climatizzatori

Se non te la senti di fare tutto da solo, puoi scegliere di lasciar fare tutto al centro specializzato che si occupa della vendita e dell’installazione dei climatizzatori. La formula tutto incluso consente di risparmiare sul prezzo e di avere chiari i costi da sostenere. All’interno del centro, inoltre, è possibile usufruire di un’assistenza completa sia in fase di prima installazione sia in caso di successivi interventi. Per questa opzione è necessario mettere in cantiere più di 1.000 €, incluse le spese per la manodopera e il trasporto dei materiali. Il costo di un solo condizionatore fisso può andare dai 1.200 € ai 1.500 € per un impianto multisplit, fino ai 1.800 € per un climatizzatore senza unità esterna.

L’idraulico che installa il condizionatore a chiamata

Come abbiamo già specificato il sopralluogo iniziale dell’idraulico è fondamentale per verificare l’effettiva presenza delle predisposizioni per la messa in opera dell’impianto. L’esperto idraulico dovrà, infatti, preventivare gli allacciamenti necessari prima di poter procedere all’installazione. Il costo del suo intervento varia in base a diversi aspetti, in media installare un condizionatore a parete con un’unità interna e un motore esterno richiede 3-4 ore di lavoro, con un costo che si aggira intorno ai 200-300 euro. Si può arrivare a 400-500 € in caso di climatizzatori dualsplit e trialsplit con predisposizione già esistente. La predisposizione, infatti, influisce sul costo finale di circa 200,00 €.

Predisposizione per condizionatore

La predisposizione per l’aria condizionata prevede, di norma, l’installazione sotto traccia delle tubazioni di mandata e ritorno tra motore ed i vari splits oltre allo scarico condensa, sempre sotto traccia. Sono previste anche le canaline copri cavi. Il gas nei tubi verrà immesso in fase di montaggio e sarà necessario anche collegare i cavi elettrici. Nella predisposizione è ovviamente inclusa la scatola a parete per ciascuno splits, è lì infatti che giunge la coppia di tubi mandata-aspirazione, il corrugato dell’energia elettrica e lo scarico condensa sifonato. Per predisporre correttamente a monte un impianto dell’aria condizionata è bene affidarsi a un idraulico esperto e certificato che calcoli le zone di influenza, il numero e il posizionamento dei punti presa interni per gli split, per coprire tutte le zone in modo uniforme, che calcoli la loro potenza e le dimensioni delle tubazioni di collegamento. Oltre a questo dovrà essere individuato il luogo dove collocare la macchina esterna.  La predisposizione per la macchina esterna prevede che sia riparato dagli agenti atmosferici e dall’eccessiva insolazione. Non solo, è bene che sia posto in modo da rendere agevole la manutenzione e che sia sufficientemente aerato. Da quì dovrà essere fatta partire una tubazione di scarico della condensa prodotta dalla macchina e dovuta allo scambio dell’aria fredda-calda del radiatore.  Esistono anche alternative allo scarico della condensa tradizionale come i nebulizzatori che vengono installati sulla macchina esterna e che vaporizzano la condensa.