Home » Consigli per te! » Blog » Metodi naturali per avere una cucina splendente

Metodi naturali per avere una cucina splendente

Prodotti biologici per la pulizia

La cucina è l’ambiente domestico più difficile da mantenere pulito. È, insieme al bagno, una delle stanze più vissute della casa, per questo la pulizia deve essere costante. Non è importante solo che appaia splendente ma soprattutto che sia igienizzata per evitare la contaminazione dei cibi. Abituarsi a ripulire ogni volta che si utilizza la cucina, per esempio, è il primo passo per ottenere buoni risultati. Vediamo insieme come farlo rispettando l’ambiente.

Prodotti biologici per la pulizia

I prodotti per la casa sono, in alcuni casi, dannosi per l’ambiente e dispendiosi, ecco perché la soluzione eco e, soprattutto fai-da-te, è particolarmente vantaggiosa.  I rifiuti tossici dei detersivi chimici aggressivi che usiamo in casa, come spray, deodoranti, anti-calcare, sbiancanti e candeggine contaminano la terra, l’acqua e il cielo. Non solo, anche la nostra salute può essere a rischio poiché la pelle assorbe facilmente le sostanze con cui entra in contatto e i componenti chimici dei prodotti possono causare allergie, intolleranza e a volte anche gravi incidenti. Aceto, bicarbonato e limone sono gli alleati migliori per avere una cucina splendente usando metodi naturali. Vediamo come dosarli e dove utilizzarli per ottenere un risultato veramente efficace.

Pulire il forno con lo sgrassatore naturale

Sappiamo bene che uno degli elettrodomestici più difficili da pulire è il forno.  È lì che si accumula il grasso più ostinato dell’olio di cottura. Il cibo cotto al forno può bruciarsi, attaccarsi, lasciare residui di vario tipo ma soprattutto il forno resta facilmente unto. Per pulirlo subito e con successo teniamo a portata di mano uno spruzzino con una miscela costituita da:

  • 1/2 bottiglia di aceto bianco,
  • 1 cucchiaio di sale,
  • 1 scorza di arancia
  • Acqua.

La miscela va spruzzata sulle superfici e rimossa con uno straccio. Evitando che si accumuli sporcizia, farai in modo che la pulizia sia più semplice.

Metodi naturali per pulire il lavandino

Il lavandino della cucina è spesso trascurato, la causa è il modo semplice con il quale si pulisce: basta risciacquare e tutto sembra pulito. L’acqua, però, non basta per liberarsi di germi e batteri, su ceramica e acciaio inox è possibile utilizzare una speciale miscela: bicarbonato di sodio, aceto bianco e sapone liquido per piatti. Innanzitutto sciacqua a fondo il lavello, cospargilo di bicarbonato in polvere e impasta con un po’ di acqua. È importante passare il bicarbonato bene intorno al rubinetto e nel foro di scarico, eventualmente aiutandosi con lo spazzolino. Risciacqua bene e pulisci le superfici con un panno morbido fino a eliminare tutti i residui di bicarbonato ancora presenti. A questo punto basta coprire tutto con fogli di carta assorbente imbevuti di aceto bianco e lasciare riposare per 20 minuti. L’aceto è infatti un ottimo anticalcare naturale. Una spugna morbida bagnata in acqua e sapone finirà il lavoro. Se poi, intendi pulire anche gli scarichi del lavandino, versa una tazza di bicarbonato nello scarico con un bicchiere di aceto e dopo qualche minuto, versa l’acqua calda che pulisce lo scarica ma non lo danneggia come l’acqua bollente.

Prodotti naturali per i mobili della cucina

Mezzo litro di acqua calda, 5 gocce di detersivo per piatti e un bicchiere di aceto bianco sono il mix letale per lo sporco accumulato sui mobili. Per cucine in legno, laminate o laccate l’aceto bianco è la soluzione ideale per disinfettare e pulire. L’ideale è unire questo prodotto a mezzo litro di acqua calda e 5 gocce di detersivo per piatti, mescola il tutto e immergi all’interno un panno in microfibra, da passare su tutte le ante e gli sportelli.  Se i ripiani o il lavello della cucina sono, invece, in granito anche per queste superfici esistono metodi naturali di pulizia. Potrai utilizzare l’aceto su fogli di carta assorbente e lasciare agire tutta la notte, il giorno dopo con bicarbonato e aceto strofina leggermente e sciacqua con cura. L’olio di oliva mischiato a succo di limone, infine, ti permetterà di ottenere una superficie splendente.

Limone alleato delle stoviglie

In cucina è molto importante anche tenere ben puliti gli strumenti di lavoro. Il limone è un rimedio ottimo per igienizzare e pulire taglieri, piatti e stoviglie. Il succo di limone, passato sul tagliere, elimina infatti i batteri e i cattivi odori come quelli dovuti al pesce o alla carne. Il limone è anche un ottimo rimedio per eliminare il grasso da piatti e stoviglie ecco perché è alla base di quasi tutti i prodotti per piatti. Unito all’acqua calda il limone va passato direttamente sui piatti come una spugnetta. Basterà questo semplice e veloce gesto a far tornare a splendere piatti e posate: sgrassati, igienizzati e profumati!

E se il lavandino intasato non riesce a sturarsi con uno dei nostri metodi naturali allora consulta la nostra guida per liberare il lavabo ostruito.